Subscribe to LSNN Daily News

Method
Channel
Author

Enter your email address:

QrCode
2023-06-23 16:30:45
Venerdì 16:48:53
Giugno 23 2023

Promuovere la produzione di munizioni nell'industria della difesa UE: il Consiglio pronto a negoziare con il Parlamento europeo

View 732

words 995 read in 4 minutes, 58 Seconds

Consiglio Europeo - In risposta all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia e alle sfide senza precedenti che l'industria della difesa europea sta affrontando, gli Stati membri dell'Unione Europea hanno concordato oggi un mandato negoziale per la proposta di regolamento che istituisce la legge a sostegno della produzione di munizioni. L'obiettivo è potenziare le capacità di fabbricazione di munizioni terra-terra, munizioni di artiglieria e missili, al fine di far fronte alle lacune esistenti e garantire la sicurezza dell'UE.

Il ministro della Difesa della Svezia, Pål Jonson, ha sottolineato l'importanza di aiutare l'industria europea della difesa a produrre di più per garantire la sicurezza dei paesi membri e per sostenere l'Ucraina nella sua capacità di difendersi da un'aggressione ingiusta. La produzione di munizioni è diventata una priorità urgente in questa nuova realtà.

La proposta di regolamento prevede l'introduzione di misure mirate, compresi finanziamenti per affrontare la carenza attuale di munizioni, missili e relativi componenti. Questo si inserisce nell'ambito del piano concordato dal Consiglio nel marzo 2023, che prevede la consegna urgente di munizioni e missili all'Ucraina e il supporto agli Stati membri per ricostituire le proprie scorte.

La Commissione europea ha incluso nel suo piano un finanziamento di 500 milioni di EUR a prezzi correnti dal bilancio dell'UE per sostenere questa iniziativa.

Il Consiglio ha confermato i punti principali della proposta di regolamento, compreso lo strumento finanziario attraverso il quale l'UE sosterrà il potenziamento delle capacità di produzione di munizioni e missili. Si sta anche considerando l'istituzione di un Fondo di potenziamento che faciliterà l'accesso ai capitali privati lungo l'intera catena del valore per le imprese coinvolte nella produzione di munizioni e missili.

Il mandato del Consiglio mantiene diversi punti normativi della proposta, inclusa una deroga alla direttiva sugli appalti pubblici nel settore della difesa. Tuttavia, alcuni elementi sono stati separati dalla proposta per raggiungere rapidamente un accordo tra gli Stati membri e avviare i negoziati con il Parlamento europeo.

Il contesto di questa proposta è stato evidenziato nella comunicazione congiunta del 2022 sulle carenze di investimenti nel settore della difesa. Il sottoinvestimento continuo ha causato carenze industriali e di capacità nell'UE, che si sono amplificate con l'aggressione russa contro l'Ucraina. L'UE e i suoi Stati membri hanno intensificato gli sforzi per rispondere alle pressanti esigenze di difesa dell'Ucraina.

Il 20 marzo 2023, il Consiglio ha adottato un approccio tripartito per fornire un milione di munizioni di artiglieria all'Ucraina entro i successivi dodici mesi. Si è deciso di consegnare urgentemente munizioni terra-terra e munizioni di artiglieria al paese, nonché missili, se necessario, provenienti dalle scorte esistenti o dalla ridefinizione delle priorità degli ordini. Gli Stati membri sono stati invitati ad acquisire congiuntamente munizioni e missili dall'industria europea della difesa e dalla Norvegia per ricostituire le proprie scorte e sostenere l'Ucraina. Questa collaborazione avverrà nell'ambito di un progetto coordinato dall'Agenzia europea per la difesa o attraverso progetti complementari di acquisizione guidati dagli Stati membri.

Con l'approvazione del mandato negoziale da parte degli ambasciatori degli Stati membri dell'UE, il Consiglio è ora pronto a iniziare i negoziati con il Parlamento europeo per raggiungere un accordo sulla versione finale del testo.

Temi trattati: industria della difesa, produzione di munizioni, potenziamento delle capacità di fabbricazione, carenze di munizioni e missili, supporto all'Ucraina, finanziamenti, Fondo di potenziamento, deroga alla direttiva sugli appalti pubblici, sottoinvestimento nel settore della difesa.

In questo articolo, sono stati citati diversi attori e concetti rilevanti per la discussione sulla produzione di munizioni nell'industria della difesa UE. Ecco una descrizione di ciascun citato:

  1. Pål Jonson: È il ministro della Difesa della Svezia. Nel contesto dell'articolo, ha sottolineato l'importanza di sostenere l'industria della difesa europea e la capacità difensiva dell'Ucraina.
  2. Commissione europea: È l'organo esecutivo dell'Unione Europea responsabile di formulare proposte legislative e di attuare le decisioni adottate dall'UE. Nell'articolo, la Commissione europea ha presentato una proposta di regolamento che sostiene la produzione di munizioni mediante finanziamenti.
  3. Consiglio: Si riferisce al Consiglio dell'Unione Europea, che rappresenta gli Stati membri dell'UE. Nel contesto dell'articolo, il Consiglio ha concordato un mandato negoziale sulla proposta di regolamento e ha confermato i punti principali della stessa.
  4. Parlamento europeo: È una delle istituzioni dell'UE ed è composto da rappresentanti eletti dei cittadini europei. Nel contesto dell'articolo, il Parlamento europeo parteciperà ai negoziati con il Consiglio per raggiungere un accordo sul testo finale del regolamento.
  5. Agenzia europea per la difesa: È un'agenzia dell'UE che supporta la cooperazione nel settore della difesa e promuove lo sviluppo delle capacità militari europee. Nell'articolo, si menziona che l'Agenzia europea per la difesa potrebbe coordinare un progetto di acquisizione congiunta di munizioni e missili.

Glossario tecnico:

  • Agenzia europea per la difesa: European Defence Agency (EDA) in inglese. È un'agenzia dell'UE che promuove la cooperazione nel settore della difesa.
  • Commissione europea: European Commission in inglese. È l'organo esecutivo dell'UE.
  • Consiglio: Council of the European Union in inglese. È uno degli organi decisionali dell'UE che rappresenta gli Stati membri.
  • industria della difesa: defense industry in inglese. Settore economico che si occupa della produzione di equipaggiamenti e materiali militari.
  • munizioni: ammunition in inglese. Sono proiettili o esplosivi utilizzati per armi da fuoco.
  • Parlamento europeo: European Parliament in inglese. È l'assemblea legislativa dell'UE composta da rappresentanti eletti.
  • produzione di munizioni: ammunition production in inglese. Processo di fabbricazione di munizioni.
  • regolamento: regulation in inglese. Atto legislativo dell'UE che ha efficacia generale e diretta negli Stati membri.
  • supporto all'Ucraina: support for Ukraine in inglese. Riferimento all'aiuto fornito all'Ucraina nel contesto della difesa e sicurezza.

Temi trattati: industria della difesa, produzione di munizioni, supporto all'Ucraina, cooperazione europea, regolamentazione nell'UE.

#DifesaUE #ProduzioneMunizioni #SicurezzaEuropea #SupportoUcraina #IndustriaDifesa #EUDefense #AmmunitionProduction #EuropeanSecurity #SupportUkraine #DefenseIndustry

Source by Redazione

Articles Similar / Promuove...o europeo
placeholder from: ladysilvia
by: Redazione
from: ladysilvia
by: Redazione